Rete Sindacale Internazionale: Cile, dal biglietto della metro alla rivolta popolare!

traduzione a cura del Sial Cobas

Cile, dal biglietto della metro alla rivolta popolare!

20 ottobre 2019

No alla repressione e allo stato di emergenza!

Di fronte alla forza della mobilitazione popolare il governo del Cile ha fatto un passo indietro riguardo l’aumento del prezzo del biglietto della metro. Ma il movimento va ben oltre questa rivendicazione; la sua forza ha creato una dinamica sociale e politica che porta a porre delle questioni di fondo, ad esigere che vengano soddisfatte altre rivendicazioni, ad avanzare delle alternative al sistema in campo.

I padroni e la borghesia l’hanno capito e quindi usano le armi di cui dispongono: lo Stato, la polizia, l’esercito, la repressione, la restrizione delle libertà…In un paese che ha conosciuto la dittatura di Pinochet, il ricorso all’esercito e allo stato di emergenza ha un significato ancora più sinistro. Santiago è nuovamente nelle mani dei militari…

Le organizzazioni che aderiscono alla Rete Sindacale Internazionale di Solidarietà e di Lotta denunciano la repressione del governo; solidarizzano con chi sta lottando in tutto il Cile; sostengono le forze sindacali che tentano di organizzare lo sciopero generale per rafforzare il movimento popolare che è sceso nelle strade.

Solidarietà!

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.