Brexit: il sindacato di classe britannico RMT a favore dell’uscita dall’UE

brexitPubblichiamo la traduzione del comunicato col quale RMT (National Union of Rail, Maritime and Transport Workers), uno dei sindacati più militanti d’Inghilterra, invitava i suoi iscritti a votare “leave”, in quanto “è un falso mito che l’Unione Europea sia a favore dei lavoratori”.

RMT è un sindacato progressista e democratico del settore dei trasporti (ferroviario, marittimo, stradale). Conta 80mila iscritti ed è membro del TUC, The Trades Union Congress (TUC), una federazione di sindacati in Inghilterra e Galles, che conta un totale di 6,2 milioni di membri. A  livello internazionale aderisce al World Federation of Trade Unions (WFTU), che raccoglie i sindacati di quello che fu il blocco socialista sovietico, come l’USB.

******************

RMT-Scotland-Regional-Council-UK_532af4fa1019fComunicato di  RMT del 7 aprile 2016

Il sindacato dei trasporti RMT indica 6 ragioni fondamentali per invitare tutti gli iscritti a votare per l’uscita dall’UE nel referendum di giugno.

1) Lasciare l’UE per porre fine agli attacchi ai lavoratori delle ferrovie

Sono infatti in arrivo nuove politiche ferroviarie europee per consolidare ulteriormente la privatizzazione e la frammentazione del settore ferroviario. Questo significherà anche nuovi attacchi alle condizioni di lavoro e leggi Europee che renderanno impossibile riportare le ferrovie in mano pubblica.

2) Lasciare l’UE per porre fine agli attacchi ai lavoratori marittimi e delle piattaforme offshore

L’UE ha promosso tagli e dumping sociale che hanno condotto alla decimazione dei marinai anglosassoni. Stessa cosa sta ora accadendo nel settore delle piattaforme offshore. Le direttive dell’UE esigono di fare una gara d’appalto per assegnare i nostri servizi di trasporto marittimo pubblico.

3) Lasciare l’UE per porre fine all’attacco ai diritti dei lavoratori

E’ un falso mito che la UE sia a favore dei lavoratori.  Infatti l’UE sta sviluppando una nuova cornice legislativa per attaccare i diritti sindacali, i contratti collettivi nazionali, le misure di previdenza e i salari. Questo è già stato applicato nei paesi che hanno ricevuto il cosiddetto salvataggio da parte dell’UE.

4) Lasciare l’UE per farla finita con l’austerità

Se ti iscrivi ad un sindacato ti aspetti che i membri del sindacato si proteggano l’un l’altro in momenti di difficoltà. L’Unione Europea ha fatto l’opposto. Ha usato la crisi economica per imporre austerità e privatizzazioni agli stati membri.

Invece di proteggere i posti di lavoro e gli investimenti, l’austerità dell’Unione Europea sta guidando l’austerità del Regno Unito.

5) Lasciare l’UE per fermare l’attacco al nostro sistema sanitario nazionale.

Il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership),  l’accordo commerciale che si sta negoziando tra Unione Europea e Stati Uniti favorirà il grande business a scapito delle protezioni e delle istituzioni pubbliche, come il nostro sistema sanitario nazionale! Le regolamentazioni in materia ambientale, i diritti dei lavoratori, la sicurezza alimentare, le leggi sulla privacy e molte altre salvaguardie saranno secondarie al diritto delle corporazioni di fare profitti sempre più grandi.

6) Lasciare l’UE per difendere la democrazia

La grande maggioranza delle leggi che riguardano le nostre vite sono fatte ora in Ue e non nel Regno Unito. Non abbiamo voce in capitolo su queste leggi.

Come disse Tony Benn nel 1991…:“Stiamo discutendo se i britannici potranno eleggere chi poi farà le leggi che li governano. La discussione non ha niente a che vedere col fatto se noi potremo ottenere più congedo di maternità dalla Signora Papandreou (una commissaria europea)”RMT 1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.