14 febbraio sciopero generale della scuola per i dipendenti pubblici, privati e delle cooperative

Il Sial Cobas aderisce allo sciopero proclamato da ADL-Cobas, CUB-SUR, SGB, Usi Educazione, COBAS Scuola Sardegna per il 14 febbraio per il settore pubblico della scuola: per la stabilizzazione di tutto il personale della scuola con almeno 36 mesi di servizio (come prevede la direttiva Europea 70/99); adeguamento salariale di tutto il personale nel rinnovo del CCNL del settore scuola con aumenti fino al raggiungimento della media dei salari europei; maggiori finanziamenti per l’edilizia scolastica per garantire più sicurezza sul lavoro ai lavoratori ed agli studenti; contro lo sfruttamento subito dagli studenti in questi anni dall’Alternanza Scuola Lavoro e contro l’autonomia differenziata.

Il Sial Cobas ha deciso altresì di favorire l’estensione della mobilitazione dichiarando sciopero per il giorno 14 febbraio per tutti i lavoratori dipendenti delle cooperative e del privato che lavorano nelle scuole (assistenza educativa scolastica, ristorazione, puliziecon le seguenti motivazioni: perché chi lavora nel settore pubblico per i servizi pubblici non sia trattato come personale di serie B con paghe e diritti inferiori. Per l’assistenza educativa scolastica chi lavora ad esempio con i contratti Cooperative sociali o Uneba o altri contratti hanno trattamenti inferiori; utilizzare laureate/i con l’apprendistato a 6 euro all’ora non è accettabile né dignitoso nel settore educazione. Per i lavoratori dei settori ristorazione, pulizie valgano i salari e i trattamenti migliori di riferimento nei settori e non quelli sempre inferiori. Per la revisione e la unificazione verso l’alto e verso i trattamenti dei dipendenti pubblici.

MATERIALI:

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.