Assegni familiari: dal 1° luglio chi fa da sé fa per tre

Assegni familiari: dal 1° luglio chi fa da sé fa per tre

(occhio che se non fai domanda telematica al sito Inps rischi di non trovare dalla busta paga di luglio gli assegni familiari)

La circolare dell’Inps 45/2019 spiega che le domande di richiesta per l’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) devono essere presentate esclusivamente in via telematica in una delle seguenti modalità:

  • WEB, dal sito www.inps.it  (con PIN dispositivo o identità digitale SPID)
  • Patronati e intermediari dell’istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di PIN.

Se hai bisogno di una mano ad inviare la domanda possiamo aiutarti noi.

Puoi contattarci tramite mail: info@sialcobas.it  oppure con sms o whatsapp al 347 5400864.

Giovedì pomeriggio 18 e 25 luglio dalle ore 15 alle 19,30 la sede di Cassina de’ Pecchi via Roma 81 sarà aperta per darti assistenza ed è meglio prendere appuntamento.

Quando sarai in possesso del PIN o dello SPID, per poter inviare la domanda di ANF è necessario avere a portata di mano l’ultimo 730 e i codici fiscali dei familiari. Busta paga o codice fiscale dell’azienda attuale.

Fai circolare l’avviso anche a tuoi conoscenti che hanno diritto agli assegni familiari.

Cos’è SPID e come ottenerlo:

SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la soluzione che ti permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Lo SPID viene fornito da diversi provveditori (Aruba.it, InfoCert, intesaID, lep&da, NamirialID, PosteID, SielteID, SpidItalia, TimID) e sono quasi tutti a pagamento.

PosteID, il provider di Poste italiane offre la possibilità di ottenere l’identità digitale gratuitamente. Bisogna andare sul sito posteid.poste.it/  e cliccare alla voce “Registrati subito” e si aprirà una schermata che ti farà scegliere lo strumento di identificazione.

  • Se sei già cliente di Poste italiane (sei in possesso di un prodotto online es. Postepay) devi scegliere la seconda opzione “SMS su cellulare certificato”, inserire le tue credenziali della pagina www.poste.it  e seguire le indicazioni. IMPORTANTE: se non hai il numero di cellulare certificato devi andare sulla pagina poste.it, effettuare il login e cliccando sul prodotto che possiedi devi seguire la procedura “Sicurezza Web” e certificare il tuo numero di cellulare.
  • Se non sei cliente di Poste italiane, devi scegliere la prima opzione “Riconoscimento di persona”, seguire i passaggi e inserire la scansione della tua carta d’identità e del tuo codice fiscale. Una volta terminata la procedura online devi recarti presso l’ufficio postale più vicino con fotocopia della carta d’identità e codice fiscale e l’operatore terminerà la procedura (ci vogliono 10 minuti).

Come ottenere il PIN dell’Inps:

In una delle sedi Inps (in questo caso è già dispositivo); online, attraverso la procedura PIN; tramite il Contact Center, numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico).

Il PIN, se ottenuto online o tramite Contact Center va convertito in PIN dispositivo nelle seguenti modalità:

Se utilizzi la procedura online, una volta inserito il PIN ordinario, devi stampare e firmare il modulo di richiesta, scansionare il modulo firmato e un documento di riconoscimento e caricarli online.

In alternativa, il modulo firmato e la copia del documento possono essere inviati al Contact center tramite il numero di fax 800 803 164 o consegnati recandosi in una sede INPS.

Lo SPID è più utile del PIN dispositivo Inps perché potrai utilizzarlo per accedere a tutti i servizi amministrativi (i servizi abilitati a SPID sono di oltre 4.000 amministrazioni).

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.