La Giunta del Comune di Milano approva unilateralmente la delibera sulle politiche occupazionali 2015. Comunicato di Sial-Cobas e Slai-Cobas

POLITICHE (DIS)OCCUPAZIONALI

LE BUGIE DELL’ASSESSORA BISCONTI

(scarica il volantino)

L’assessora Bisconti ha comunicato alla stampa che la Giunta comunale, nella seduta di venerdì 27 novembre, ha approvato la delibera sulle politiche occupazionali per il 2015. Si tratta di una decisione politica molto importante. Con questo atto infatti  la Giunta comunale pone fine unilateralmente al confronto con la RSU e le organizzazioni sindacali su questo tema. Da notare che solo due giorni prima il Direttore Generale Tomarchio, ricevendo una delegazione sindacale in occasione della riuscita assemblea unitaria delle lavoratrici e dei lavoratori del Comune di Milano, si era impegnato a proseguire nella trattativa. Questa vicenda dimostra che per la Giunta Pisapia, come per il Governo Renzi, le organizzazioni sindacali, quando fanno il loro mestiere, e cioè rappresentano con coerenza gli interessi dei lavoratori e dei cittadini fruitori dei servizi pubblici, sono solo un fastidio e un disturbo.

Nel suo comunicato inoltre l’assessora Bisconti rivendica con orgoglio il fatto che la Giunta Pisapia, negli anni del proprio mandato, avrebbe assunto piu’ di 1.000 persone, spacciando questo come un grande contributo all’occupazione. Peccato si dimentichi di dire che, nello stesso periodo, le cessazioni hanno superato le 2.000 unità. Ciò vuol dire che il Comune di Milano ha oggi circa 1000 lavoratori in meno rispetto a cinque anni fa. A rigor di logica quindi, ciò che questa Giunta ha prodotto non è occupazione ma, al contrario, disoccupazione.

L’assessora dichiara inoltre di aver avviato un percorso di stabilizzazione dei precari. Anche questa è una verità parziale, in quanto la stabilizzazione promessa non riguarda tutti i precari attualmente in servizio al Comune di Milano, e circa 160 di loro verranno licenziati il 1° gennaio.

Questa continua riduzione del personale ha significato – e significherà sempre di più nei prossimi anni – un abbassamento degli standard quantitativi e qualitativi dei servizi erogati ai cittadini e un continuo peggioramento delle condizioni di lavoro. Ciò rivela la precisa volontà politica di esternalizzare e privatizzare i servizi pubblici e i beni comuni. In questo – al di là della retorica “di sinistra” adottata dai suoi esponenti, la Giunta Pisapia ha dimostrato una sostanziale continuità con le giunte precedenti.

Bisogna dunque continuare la mobilitazione per ottenere le assunzioni necessarie a far funzionare i servizi  evitandone l’esternalizzazione  e per garantire alle lavoratrici e ai lavoratori precari un reddito e un futuro.

Per questo vi invitiamo a partecipare attivamente alle iniziative promosse dalla RSU del Comune di Milano:

7  dicembre ore 9,30 volantinaggio al Teatro Dal Verme in occasione della consegna degli Ambrogini d’oro;

11 dicembre ore 11,30 volantinaggio agli uffici di via Larga;

14 dicembre ore 16,30 presidio a Palazzo Marino;

18 dicembre in orario e sede da definire  assemblea generale di tutte le lavoratrici e i lavoratori.

Per informazioni potete scrivere a Ivan Bettini ivan.bettini@rcm.inet.it   oppure a Roberto Firenze firenzer@tiscali.it .

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.