Pubblico Impiego in Movimento: mozione per il NO al CCNL per l’Igiene Ambientale

pubblico-impiego-in-movimentoIl 16 ottobre, a Firenze, si è riunita la prima assemblea nazionale dei comitati per il NO agli accordi del 10 \12 luglio sul rinnovo del ccnl dell’igiene ambientale siglato dalle segreterie dei sindacati confederali e dalla FIADEL.

L’assemblea – considerando che la maggioranza della forza lavora del settore laddove ha potuto pronunciarsi ha bocciato nettamente tali accordi – decide di costituire un coordinamento nazionale stabile per dar vita ad una mobilitazione generale della categoria su una piattaforma alternativa e dal basso che sia reale espressione degli interessi reali dei lavoratori.

PER UN CONTRATTO UNICO DI SETTORE

PER AUMENTI SALARIALI REALI SVINCOLATI DAL FINANZIAMENTO FORZOSO DEGLI ENTI BILATERALI

PER IL  RICONOSCIMENTO DEL CARATTERE USURANTE DEL NOSTRO LAVORO

NO ALL’AUMENTO DELL’ORARIO E DEI CARICHI DI LAVORO

NO ALL’INTRODUZIONE DEL LIVELLO S

DIFESA DELLE GARANZIE OCCUPAZIONALI PREVISTE DALL’ARTICOLO 18

L’assemblea quindi decide di aprire lo stato di agitazione ed individua nella  giornata del 12 dicembre la data utile per realizzare una prima giornata di sciopero dell’intero settore.

Si richiede quindi alle organizzazioni sindacali di categoria che condividono questa piattaforma di promuovere immediatamente e congiuntamente le procedure necessarie a realizzare lo sciopero.

Il coordinamento promuoverà a livello territoriale tutte le iniziative necessarie a denunciare manipolazioni dell’esito delle consultazioni “certificate” gestite in maniera non trasparente, come evidenziano i primi verbali Regionali ( in cui i risultati delle assemblee certificate dei contratti Utilitalia e Fise  sono volutamente sommati e confusi ).

Convochiamo per il 13 novembre a Roma una seconda assemblea del coordinamento nazionale preceduta da assemblee e iniziative locali

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.