Rete Sindacale Internazionale: azione di solidarietà coi lavoratori Amazon in sciopero nel #PrimeDay

I lavoratori Amazon del centro logistico di San Fernando de Henares (Madrid) sono in sciopero il 16, 17 e 18 luglio, durante il Prime Day, le giornate di sconti per gli acquisti online sulla piattaforma di Jeff Bezos.
Questo sciopero viene dopo quello del 21 e 22 marzo, che aveva avuto una partecipazione del 98% dei lavoratori, ma non era bastato per giungere ad un accordo per il nuovo contratto che conservi i diritti ai vecchi e soprattutto nuovi assunti e garantisca un salario più alto.
L’incontro del 12 luglio non ha fatto fare nessun passo avanti, per cui lo sciopero è stato confermato. L’azienda sostiene di concedere stipendi e benefits molto buoni rispetto a quanto ricevono mediamente i lavoratori del settore della logistica (i nuovi assunti ricevono un salario lordo di 19.840 euro l’anno, mentre i dipendenti con più di quattro anni di anzianità lo vedranno aumentato fino a 21.114 euro).
Probabilmente l’azienda cercherà di sminuire l’impatto dello sciopero dirottando il grosso degli stoccaggi su altri stabilimenti.

Le ragioni dello sciopero secondo la CGT:
1°. Amazon non garantisce che i suoi lavoratori conservino il potere di acquisto (garanzia salariale pari a zero)
2°. Doppia scala salariale ( i vecchi contratti T3 prenderanno 1300 euros più che i futuri T3, (a parte che a i nuovi non verrebbe pagata l’anzianità)
3° I nuovi contratti a tempo indeterminato obbligano a dei turni con più fine settimana. Nessun miglioramento in vista in materia di conciliazione dei turni.
4°. Riduzione delle ore straordinarie. Pur essendo noi contro gli straordinari, ci sono persone che ne hanno bisogno, soprattutto finchè non siamo riusciti a migliorare le condizioni salariali.
5°. Amazon criminalizza il personale che si mette in malattia, dubitano del criterio dei medici della sanità pubblica e appoggiano i criteri delle mutue private.
6°. Amazon cerca in ogni modo di rompere l’unità sindacale

 ———————————————————————————–
Come Sial Cobas e come Rete Sindacale Internazionale di Solidarietà e di Lotta invitiamo a spedire il seguente messaggio di sostegno allo sciopero dei lavoratori Amazon di San Fernando de Henares, inviandolo agli indirizzi riportati sotto da account personali o delle organizzazioni sindacali.
E’ IMPORTANTE CHE L’INVIO AVVENGA LUNEDI’ 16 NON PRIMA DELLE 13!
Oggetto: solidarietà ai lavoratori Amazon in lotta nel #PrimeDay 
Vogliamo manifestare la nostra solidarietà ai lavoratori del centro logistico di Amazon di San Fernando de Henares, in sciopero il 16, 17 e 18 luglio per l’attacco ai propri diritti. Esigiamo dall’azienda che le lavoratrici e i lavoratori di Amazon San Fernando non perdano alcun diritto e raggiungano un accordo nel quale possano negoziare le condizioni di lavoro.
Se non si offre una soluzione alle richieste del personale continueremo a mobilitarci contro l’azienda e ad estendere il conflitto ad altri centri di lavoro e i altri paesi.
Se toccano uno, toccano tutti!


Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.