Rete Sindacale Internazionale: liberare i sindacalisti arrestati in Turchia

Liberare i sindacalisti arrestati in Turchia

In Turchia il regime reazionario dell’AKP, che ha utilizzato il fallito colpo di stato del 2016 per scatenare una feroce repressione con l’incarcerazione di oltre 50 mila persone e il licenziamento arbitrario di oltre 100 mila supposti oppositori, che oltre a reprimere col ferro e col fuoco la popolazione curda nell’Anatolia ora ha occupato Afrin in Siria, con la connivenza di Russia, Stati Uniti, Assad, Iran, Cina e potenze europee, per demolire una delle poche isole di partecipazione democratica, di solidarietà interetnica e interconfessionale, di emancipazione della donna nel Medio Oriente e ora si appresta ad attaccare anche Kobane, ora sta estendendo la repressione contro i lavoratori e le loro organizzazioni sindacali.

Da Izmir (Smirne), la seconda città della Turchia, riceviamo il seguente appello che sottoscriviamo e diffondiamo.

Sindacati sotto attacco in Turchia!

I dirigenti del Sindacato dei Dipendenti Comunali (Tüm Bel-Sen) e dei Lavoratori dell’Istruzione e Ricerca  (Egitim-Sen) a Izmir (Smirne), in Turchia sono in stato di arresto da 6 giorni.

Tüm Bel-Sen e Egitim-Sen fanno parte della Confederazione dei Sindacati del Pubblico Impiego (KESK) della Turchia. KESK, che è la prima e una delle maggiori confederazioni di sindacati del pubblico impiego, difende i diritti dei lavoratori della pubblica amministrazione e degli insegnanti.

Il Partito della Giustizia e Sviluppo (AKP) al governo ha dichiarato lo Stato di Emergenza (“OHAL” l’abbreviazione in turco) nel luglio 2016. Da allora l’AKP ha proceduto ad eliminare e purgare tutti i suoi oppositori – siano essi individui, organizzazioni e movimenti. L’AKP ha fatto pressioni anche sui sindacati. Chiediamo il vostro aiuto a portare l’attenzione internazionale su queste azioni illegali dell’AKP e sostenere i sindacati nella loro lotta contro l’istituzionalizzazione di un regime autocratico in Turchia.

Organizzarsi sindacalmente è un diritto!

Liberare Çağdaş Yazıcı, Presidente di Tüm Bel-Sen Chamber 1, İzmir

Liberare Recep Temel, Segretario Esecutivo di Tüm Bel-Sen Chamber 1, İzmir

Liberare İdil Uğurlu, Segretaria di Eğitim Sen Chamber 6, İzmir

Liberare Abdülkerim Akdeniz, member of Egitim-Sen

Unionization is a right!
Free Çağdaş Yazıcı, the President of Tüm Bel-Sen Chamber 1, İzmir
Free Recep Temel, Executive Secretary of Tüm Bel-Sen Chamber 1, İzmir
Free İdil Uğurlu, The Women Secretary of Eğitim Sen Chamber 6, İzmir
Free Abdülkerim Akdeniz, member of Egitim-Sen
#FreeTradeUnionistsInTurkey

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.