Terzo incontro della Rete Sindacale Internazionale di Solidarietà e di Lotta

La Rete Sindacale Internazionale di Solidarietà e di Lotta, fondata nel marzo 2013 in Saint-Denis (Francia), è il risultato di anni di scambi e di lavoro comune fra parecchi delle sue organizzazioni fondatrici.

È sulla base di idee e di pratiche sindacali che abbiamo potuto riunire delle organizzazioni sindacali, delle correnti sindacali e delle tendenze sindacali di numerosi paesi d’America, Europa, Africa e Asia.

Due anni più tardi, nel giugno 2015, un nuovo incontro internazionale è stato organizzato a Campinas (Brasile). In quest’occasione, abbiamo potuto verificare, insieme, gli avanzamenti positivi nella costruzione della nostra rete e abbiamo discusso e preso posizione su questioni come l’immigrazione, la repressione, l’autogestione e i diritti delle donne.

Le organizzazioni affiliate alla Rete Sindacale Internazionale di Solidarietà e di Lotta concordano nell’analisi delle conseguenze che il sistema capitalista e le sue “crisi” provocano in tutto il mondo e vogliono lavorare insieme per opporsi agli attacchi antisociali, per conquistare nuovi diritti, rafforzare il sindacalismo per rompere col capitalismo, per allargare e rendere più efficace questa rete. Perché siamo convinti e convinte che sia necessaria una rete del sindacalismo combattivo, come strumento comune, internazionale, in grado di collegare tutte le forze sindacali che rivendicano e praticano un sindacalismo di lotte, anticapitalista, di autogestione, democratico, ecologista, indipendente dal padronato e dai governi, internazionalista e contrario a tutte le forme di oppressione (sessismo, razzismo, omofobia, xenofobia).

Per tutte queste ragioni, siamo felici di informarvi che è in preparazione il terzo incontro della Rete, che avrà luogo dal 25 al 28 gennaio 2018 a Madrid. Costruiamolo tutti insieme. Dovremo regolare le domande di trasporti, di cibo, di alloggio, e soprattutto decidere i contenuti. Per sapere su che argomenti discuteremo, per cercare delle convergenze e lavorare insieme, vi proponiamo di riprendere i testi usciti dall’incontro di Campinas (vedere il sito www.laboursolidarity.org).

Di conseguenza, dovremo approfondire le analisi e le azioni utili di fronte alle migrazioni forzate. Anche il concetto di autogestione e la sua applicazione pratica saranno oggetto di discussione. Dovremo anche cercare di trovare canali migliori per comunicare in caso di repressione e dotarci di strumenti che permettano che la nostra voce sia sentita e sia più forte per ottenere dei risultati efficaci nella difesa dei nostri compagni.

In occasione di questo incontro, proponiamo che ci sia una giornata dedicata esclusivamente alle discriminazioni ed abusi di cui soffrono le donne dappertutto nel mondo in tutti gli aspetti della loro vita. Includiamo, ovviamente, tutte le persone LGBT che sono soggette a questo genere di discriminazioni e abusi. Vogliamo anche che siano presentate le esperienze di organizzazione egualitaria che si sviluppano nel mondo. Apriremo un quinto asse di dibattito sul colonialismo e le sue conseguenze.

Nell’organizzare l’incontro terremo conto di questi punti finora elencati ma anche di altri che vorrete proporre in questa fase preparatoria. Per le domande di logistica, va compilato il questionario qui sotto: ci permetterà di occuparci delle prenotazioni dei luoghi di riunioni e degli alloggi necessari.

FORMULARIO DA COMPILARE E INVIARE PER PARTECIPARE 

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.