Catalogna: sosteniamo lo sciopero generale del 3 ottobre 2017

Catalogna: no alla repressione! Sì al diritto dei popoli a disporre di loro stessi! Sostieni lo sciopero del 3 ottobre!

Dopo settimane, lo Stato spagnolo usa minacce e repessione in Catalogna.

Interventi della Guardia Civil negli edifici ufficiali della Generalitat de Catalunya (parlamento catalano), arresti dei responsabili dell’amministrazione e dei ministri, pressione, violenza e detenzione di militanti appartenenti a diversi movimenti sociali, seggi elettorali presi d’assalto e interdetti alla popolazione, urne rubate, spari sui manifestanti pacifici…

Gli avvenimenti attuali mostrano a che punto lo spettro del franchismo è ancora presente.

Come chiamare il regime di un paese dove “le forze dell’ordine” sparano alle persone perché queste ultime vogliono votare?

Indipendenza o no?

Spetta alla popolazione che vive in Catalogna decidere! Non ad altri.

Le forze di occupazione dello Stato spagnolo si devono ritirare.

Dopo la morte del dittatore Franco, la societá spagnola riposa grazie ad un patto, firmato da diverse forze politiche e sindacali. La sua funzione è quella di mantenere, da una parte la monarchia, dall’altra “l’unità indissolubile della Nazione spagnola, patria comune e indivisibile” (Costituzione spagnola 1978). Ció avviene in particolare grazie alla “dimenticanza” dei crimini perpetrati dai franchisti durante 40 anni. Questa situazione ha permesso il riciclaggio di beni dei responsabili del vecchio regime negli ingranaggi del potere, proveniente da quella che chiamano “la transizione democratica”. Questa stabilità tra dittatura e “democrazia”, è stata necessaria anche per garantire il sistema capitalista, nel migliorare l’efficacia del punto di vista della classe dirigente e dei banchieri. Ciò che succede ora in Catalogna rimette in discussione questa situazione; è un pericolo per il potere e per i suoi alleati, come lo sono state o lo sono, le lotte del popolo basco o quelle dei lavoratori e delle lavoratrici in tutto lo Stato.

Noi siamo dalla parte dei lavoratori e delle lavoratrici della Catalogna. Sosteniamo l’appello ad un sciopero interprofessionale a partire dal 3 di ottobre, lanciato da diverse organizzazioni sindacali in Catalogna (CGT, IAC, Intersindical-CSC, COS, COBAS, CNT, SO…). I nostri diritti, il nostro avvenire, la democrazia, è con la nostra azione diretta che li difendiamo!

 

Contro la violenza di Stato

Per le libertà e la democrazia

Per il diritto all’autodeterminazione dei popoli

Rete sindacale internazionale di solidarietà e di lotta (a cui partecipiamo come SIAL-Cobas)

 

http://www.laboursolidarity.org/Catalogne

https://solidaires.org/Catalogne-non-a-la-repression-Oui-au-droit-des-peuples-a-disposer-d-eux-memes

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.