Comune di Milano: assemblea generale dei lavoratori il 18 novembre 2016

loghi-rsu-comune-di-milano

ASSEMBLEA GENERALE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI

DEL COMUNE DI MILANO

Venerdì 18 novembre 2016 dalle ore 9 alle  ore 13

presso il Teatro Nuovo – piazza San Babila

COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione Comunale ha convocato le Organizzazioni Sindacali e la Rsu il giorno 17 pomeriggio per la trattativa sulle Politiche Occupazionali. L’enorme  ritardo rischia di pregiudicare il completamento delle assunzioni 2015/2016 entro l’anno in corso, termine non derogabile per la maggior parte delle graduatorie, in scadenza il 31 dicembre 2016.

Nonostante l’urgenza l’Amministrazione Comunale ha azzerato i vertici di Risorse Umane, cancellato il calendario degli incontri, affidato a dirigenti esterni, ancora in fase di reclutamento, la responsabilità della trattativa e le sorti dei servizi comunali.

Nel tavolo del 4 novembre 2016 l’Amministrazione ha annunciato di voler dare un segnale di discontinuità e di voler investire non tanto sui profili necessari all’erogazione dei servizi, bensì su competenze specialistiche (economisti, ingegneri gestionali, informatici, esperti in archivi e data center).

Nessun riferimento al piano del fabbisogno e alle carenze d’organico ripetutamente segnalate dai vari Servizi.

Sulla base di queste premesse allarmanti le Organizzazioni Sindacali dell’Ente e l’assemblea generale dei delegati Rsu hanno deciso di convocare tutti i lavoratori in assemblea per informarli e decidere insieme il percorso.

ORDINE DEL GIORNO:

 

  • Politiche Occupazionali
  • Riorganizzazione dell’Ente
  • Contrattazione Decentrata
  • Informazione sulle risorse destinate ai rinnovi contrattuali

PER :

Ø       RIVENDICARE LE NUOVE ASSUNZIONI, A PARTIRE DALLE PRIORITÀ’ PIÙ VOLTE EVIDENZIATE E DALLE GRADUATORIE VIGENTI.

Ø       MIGLIORARE LE CONDIZIONI LAVORATIVE E SALARIALI

Ø       DIFENDERE I SERVIZI A GESTIONE DIRETTA

 

Per contatti:

FP CGIL  Tatiana Cazzaniga  cel 3299790140 – tatiana.cazzaniga@cgil.lombardia.it

CISL FP  Cobelli Mauro  cel 3404232601 – mauro.cobelli@cisl.it

UIL FPL  Maritato Gianluca cel 3484069006 – maritato@uilfplmilanoelombardia.it 

CSA Tritto Aldo  cel 3484119885 – fiadelmi@hotmail.com

DICCAP – SULPM Vincini Daniele  cel 3357736626 – milano@sulpm.net

USB PI  Summa Vito cel 3334013558 – v.summa@usb.it

SIAL COBAS  Firenze Roberto cel 3331646181 – firenzer@tiscali.it

RSU Comune di Milano    Gianni Pizzi  cel 3284821566 – Gianni.Pizzi@comune.milano.it

Milano, 16 novembre 2016

******************

Mozione approvata dalla Rsu del Comune di Milano, riunita in assemblea plenaria il giorno 8 novembre, con la partecipazione dei Segretari delle Organizzazioni Sindacali dell’ente:

La Rsu del Comune di Milano, riunita in assemblea plenaria il giorno 8 novembre 2016, con la partecipazione dei Segretari delle Organizzazioni Sindacali dell’Ente, – esprime forte preoccupazione per l’improvviso azzeramento del percorso negoziale avviato nello scorso mese di ottobre e ferma volontà di contrasto verso il modello di riorganizzazione avviato al di fuori delle relazioni sindacali vigenti; – conferisce mandato al Portavoce, al Coordinamento ed ai Segretari dei Sindacati dell’Ente a condurre nel tempo più breve il confronto sulle politiche occupazionali, con l’obiettivo di dare immediata attuazione al piano occupazionale 2015 e di definire e attuare il Piano 2016 entro l’anno in corso, per dare risposte alle necessità dei servizi ed alle legittime attese dei lavoratori precari ed agli idonei presenti nelle graduatorie (ordinarie e speciali) esistenti. Le delegazioni trattanti dovranno attenersi alle seguenti priorità : 1. Piano 2015. Va attuato immediatamente. Si accettano modifiche solo con numeri in incremento. 2. Piano 2016. Le assunzioni dovranno assicurare il turn over del 100%, calcolato sui costi reali e dovranno essere definite in un confronto reale col tavolo sindacale e in un rapporto di correttezza e rispetto per le relazioni sindacali. Dovrà essere data priorità: – ai servizi al pubblico in carenza di organico; – alle graduatorie in scadenza a dicembre 2016; – ai profili che a partire dal 2017 avranno il turn over al 25%; 3. Le Assunzioni annunciate a mezzo stampa dall’A.C. vanno fatte utilizzando prioritariamente le graduatorie in essere o attraverso nuovi concorsi. Si escludono contratti intuitu personae o forme alternative di reclutamento o di affidamento a privati; 4. Per le necessità dei servizi non differibili e non risolvibili con assunzioni a tempo indeterminato sarà necessario procedere ad un piano parallelo di assunzioni a tempo determinato, anche per evitare che le esternalizzazioni divengano l’unica alternativa possibile. 5. Contestualmente – come era stato previsto nel calendario di incontri condiviso in ottobre, poi cancellato – andrà avviata la contrattazione su tutti gli istituti contrattuali inerenti il salario e sulle problematiche della sicurezza e della prevenzione della discriminazione nei luoghi di lavoro. 6. Infine, è necessario procedere ad una valutazione congiunta delle implicazioni delle riorganizzazioni già avviate sulle condizioni dei lavoratori interessati, in particolare in quei servizi (ad esempio i Servizi Sociali, i Servizi della Cultura, i Servizi Civici) ove gli effetti sulla qualità del lavoro e dei servizi sono già misurabili; In attesa di un confronto reale, di precise garanzie su queste richieste e di una sequenza serrata di incontri a partire dalla prossima settimana, ed attendendo la convocazione entro questa settimana, l’assemblea Rsu dà mandato al Coordinamento, al Portavoce ed ai Segretari dei Sindacati dell’Ente di convocare l’assemblea generale dei dipendenti del Comune di Milano, ove rilevare il mandato per le successive, eventuali mobilitazioni. L’assemblea raccomanda un costante rapporto con i delegati e con i lavoratori nelle fasi decisive del confronto, anche in presenza di un proficuo avvio del tavolo negoziale. Mozione approvata a larga maggioranza, con un’ astensione.

Milano, 8 novembre 2016

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.